Home | Sport | Sport invernali | «La Ciaspolada» corre verso l'attesissima 50ª edizione

«La Ciaspolada» corre verso l'attesissima 50ª edizione

Si svolgerà il 6 gennaio 2024 e sarà la celebrazione del primo mezzo secolo di età

Quando si raggiungono traguardi così importanti è doveroso celebrarli nel migliore dei modi.
Negli ultimi cinquant’anni è cambiato il mondo e se una manifestazione sportiva attraversa un periodo così lungo senza mutare il proprio dna, restando fedele alle caratteristiche che l’hanno resa importante e soprattutto allo spirito di chi l’ha inventata, pur senza rinunciare ad adattarsi ai mutamenti della società, significa che ha saputo costruire opportunità di convivialità e di benessere importanti.
Dare l’opportunità di trascorrere una giornata all’aria aperta da dedicare ad una corsa o a una passeggiata sulla neve, nei paesaggi dell’Alta Val di Non, è indubbiamente una formula che piace ed è piaciuta alle tante generazioni che hanno indossato un pettorale de «La Ciaspolada» dal 1973 ad oggi.
 
Quella che sarà organizzata il 6 gennaio 2024 sarà dunque l’edizione numero 50, occasione per celebrare mezzo secolo di storia dentro il quale ci sono i volti di tante persone che hanno contribuito a rendere grande una corsa con le racchette da neve ai piedi inventata per gioco, ma capace in breve tempo di elevare al rango di attività sportiva quella che prima era solo una pratica riservata ai «montanari».
Immagini, volti e voci che hanno fatto la storia de «La Ciaspolada» saranno rievocati attraverso un documentario prodotto per l’occasione e una rievocazione storica delle prime edizioni, organizzata sabato 16 dicembre laddove la storia era cominciata, ovvero a Tret, sede delle prime tredici edizioni della competizione, che si trasferì per la prima volta a Fondo nel 1990 e sul percorso più gettonato, quello con la partenza allestita a Romeno, dal 2003.
 
«La Ciaspolada Story», sul percorso originale di Tret, sarà un revival al quale presentarsi con l’attrezzatura degli anni Settanta, racchette comprese se dovesse esserci la neve.
L’iscrizione è gratuita, ma verranno raccolti fondi per la fondazione “Il Sollievo”, intitolata ad Alessandro e Michele Bertagnolli.
Particolarmente significativa sarà anche la cerimonia inaugurale di venerdì 5 gennaio, alla quale sono stati invitati i vincitori di tutte le edizioni andate in archivio.
 
In attesa di stabilire dove verrà disegnato il tracciato, una scelta che verrà al solito determinata dalla disponibilità della neve, sono già state aperte le iscrizioni.
Chi vuole prendere parte alla gara o alla camminata e vuole assicurarsi, oltre al pettorale della 50ª edizione anche il pacco gara, che comprende uno zainetto, uno scaldacollo, un pacco di pasta, una confezione di mele, biscotti, una bottiglia d’acqua e un biglietto della lotteria Tenta La Fortuna con le Ciaspole, deve recarsi presso la sede della Società Podistica Novella a Fondo, oppure compilare e inviare il modulo disponibile sul sito della manifestazione, www.ciaspolada.it .

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande