Home | Sport | Sport invernali | I primi 40 anni di Skiri Trophy fra statue di ghiaccio e successi

I primi 40 anni di Skiri Trophy fra statue di ghiaccio e successi

Indetto anche per il 40esimo anniversario lo speciale concorso artistico per studenti

image

>
Il GS Castello è molto più di un semplice comitato organizzatore e lo dimostra ogni volta che ne ha l’occasione, rinnovando il suo impegno nello sci di fondo giovanile e nel coinvolgimento di un’intera comunità nella realizzazione del suo evento più famoso e apprezzato: lo Skiri Trophy XCountry.
Per festeggiare al meglio lo storico traguardo delle 40 edizioni, fra le altre iniziative, è stato indetto il sentito concorso artistico in collaborazione con il Liceo del Design e delle Arti «G.Soraperra» di Pozza di Fassa, che vede protagonisti i giovani studenti impegnati nella realizzazione libera di disegni che rappresentino al meglio l’essenza dell’evento, in programma i prossimi 20 e 21 gennaio.
 
Fra tutti i bozzetti candidati per quest’anno, a trasformarsi in un’imponente e suggestiva statua di ghiaccio che verrà esposta in piazza a Castello di Fiemme sarà quello realizzato da India Amplatz (classe 3° LAD).
L’opera dal titolo «Skiri festeggia il suo 40° compleanno con una gigantesca torta Castellana» rappresenta la simpatica mascotte del Trofeo in tenuta da sci mentre scende lungo la sua innevata torta di compleanno.
 
La commissione ha scelto di premiare questa proposta, ritenendola meritevole per aver individuato più aspetti cruciali legati a questa speciale edizione: il grandissimo traguardo raggiunto, rigorosamente festeggiato sulle piste da sci e con un’immancabile torta, in versione «glaciale».
Seconda classificata Aurora Stroppa (classe 5° LAF) e la sua «Skiri esulta per i suoi 40 anni di vittorie e soddisfazioni» mentre chiudono il podio al terzo posto Francesca Vaia e Lara Guadagnini (classe 3° LAF) con «Skiri si gode il suo 40° compleanno, ripensando ai 40 anni trascorsi».
 
La giuria per questo speciale concorso era capitanata dalla coordinatrice dell’evento Nicoletta Nones, e completata dall’assessore allo Sport del Comune di Castello Molina di Fiemme Fulvio Zorzi e dai professori Tiziano Deflorian, responsabile del progetto, e Barbara Fanton, referente del liceo artistico fassano.
Manca sempre meno al «mundialito» 2024, un evento davvero speciale per le nuove generazioni, dove nascono e crescono i protagonisti del futuro dello sci di fondo internazionale.
 
I lavori del Comitato Organizzatore procedono spediti verso un traguardo storico, con la manifestazione che sarà ambientata come da tradizione allo Stadio del Fondo di Lago di Tesero e offrirà un ricco programma di gare in tecnica classica con l’introduzione in via inedita della staffetta, oltre ai numerosi momenti d’animazione e intrattenimento. Appuntamento il 20-21 gennaio con gli scoiattolini dello Skiri Trophy in Val di Fiemme, per un weekend all’insegna dello sport in compagnia del GS Castello.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande