Home | Sport | Sport invernali | Protezione civile, al via a Brunico il campionato italiano di sci

Protezione civile, al via a Brunico il campionato italiano di sci

Inaugurata la 16ª edizione del campionato italiano. Presenti 650 atleti provenienti da 16 Regioni italiane

image

La Protezione civile altoatesina all'apertura del campionato italiano di sci a Brunico - Foto: USP/Peter Daldos.
 
Sono sempre in prima linea quando si tratta di difendere la popolazione dalle conseguenze di catastrofi naturali o pericoli imminenti: 650 uomini e donne, collaboratori diretti delle organizzazioni di Protezione civile e membri delle organizzazioni volontaristiche del settore, provenienti da 16 Regioni d'Italia, prenderanno parte da domani alle gare dell’edizione numero 16 del Campionato italiano di sci della Protezione civile.
Già da già da due giorni gli atleti si stanno allenando nel comprensorio sciistico di Plan de Corones.
«L'Alto Adige ha ora per la seconda volta l'onore di ospitare questa manifestazione di rilievo nazionale, il campionato italiano di sci della protezione civile, 13 anni dopo averlo organizzato per la prima volta a Sesto», – spiega l'assessore alla Protezione civile Arnold Schuler.
 

 
Alla cerimonia inaugurale del 16esimo campionato italiano di sci della protezione civile hanno preso parte del presidente della Provincia Arno Kompatscher, dell'assessore alla Protezione civile Arnold Schuler, del direttore dell'Agenzia per la Protezione civile Rudolf Pollinger, Roberto Giarola del Dipartimento nazionale di Protezione civile, la vice prefetto Francesca De Carlini e il sindaco di Brunico Roland Griessmair.
Il capo della Protezione civile Pollinger ha tenuto in particolare a ricordare Giuseppe Zamberletti, padre della Protezione civile. Il campionato italiano al via a Brunico, ha ricordato Pollinger, assume un significato fondamentale nell'ottica della condivisione all'interno della rete nazionale della Protezione civile.
Il presidente Kompatscher nel suo saluto ha sottolineato il valore civile e sociale del volontariato. Zamberletti, ha aggiunto Kompatscher, aveva per primo capito la forza della connessione fra le diverse anime della Protezione civile.
Dalla colonna della Madonna a Brunico le delegazioni delle Regioni hanno sfilato fino a piazza Municipio, dove è stata issata la bandiera dal personale del corpo forestale. Il biatleta Lukas Hofer e la sciatrice alpina Manuela Mölgg hanno acceso il tripode dando il via ufficialmente alle competizioni.
 

 
 Il programma del 16esimo campionato di sci 
Per domani, giovedì 31 gennaio dalle 9 sulla pista Prè da Peres a Passo Furcia sono programmate le gare di slalom gigante e di snowboard, mentre dalle 17.30 è organizzata la gara di scialpinismo con partenza da Valdaora/Grassl al Rifugio Lorenzi con premiazione al termine della gara e ristoro al Rifugio Lorenzi.
Per venerdì 1 febbraio sulla pista Reiperting di Riscone il programma prevede a partire dalle 9 la gara di sci da fondo. Con la premiazione della competizione si conclude la parte sportiva della manifestazione.
La giornata di venerdì 1 febbraio sarà dedicato alla «Giornata della Protezione civile», con le organizzazioni locali protagoniste di una presentazione che dalle 9 alle 15 porterà sotto i riflettori in municipio a Brunico le organizzazioni attive nelle attività di protezione civile davanti a tutti i partecipanti alla cerimonia sportiva.
Il pomeriggio di venerdì (1 febbraio) dalle 16 alle 18 vedrà invece un convegno nazionale per lo scambio di best practice fra organizzazioni locali.
 

 
«Insieme alla Protezione civile nazionale abbiamo organizzato un congresso con relatori di alto livello alla Casa dei congressi di Valdaora dedicato proprio alla Protezione civile nelle scuole» – spiega il direttore della Protezione civile Pollinger.
L'obiettivo di questo progetto nazionale mira a diffondere all'interno delle scuole le conoscenze relative alle attività di protezione civile, alle modalità di intervento in caso di emergenza per se stessi e gli altri.
Grazie al progetto, gli studenti e le loro famiglie elaboreranno un concetto per il management del rischio.
Il capo Dipartimento della Protezione civile nazionale Angelo Borrelli insieme ai direttori regionali della Protezione civile esporranno i dettagli del progetto.
 

 
Una festa conclusiva programmata sempre per il 1 febbraio dalle 20,30 nella Casa Michael Pacher di Brunico concluderà la 16esima edizione dei campionati italiani di sci della protezione civile.
Contestualmente avverrà il passaggio delle consegne fra l'assessore Schuler e il suo collega della giunta regionale veneta Gianpaolo Bottacin.
Per l'organizzazione della cerimonia hanno collaborato l'Agenzia per la Protezione civile in collaborazione con l'associazione turistica Brunico-Plan de Corones, l'associazione turistica Valdaora e Skirama Kronplatz. Informazioni dettagliate possono essere consultate sull'Homepage dell'Agenzia per la Protezione civile dell'Alto Adige.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni