Home | Sport | Sport invernali | Oggi seconda sfida di Salto Speciale in Val di Fiemme

Oggi seconda sfida di Salto Speciale in Val di Fiemme

Doppietta di Karl Geiger allo Stadio del Salto di Predazzo – Secondo l’austriaco Stefan Kraft, terzo Dawid Kubacki – Le classifiche

È ancora tripudio per Karl Geiger stasera nella trentina Val di Fiemme, il tedesco si prende le luci della ribalta dopo il successo di ieri, andando a conquistare la seconda giornata di Coppa del Mondo di Salto Speciale nella vallata trentina: «Weekend incredibile per me, due vittorie in due giornate, non riesco a smettere di sorridere. La mia forma è ottima e sono rimasto concentrato.»
Ora il tedesco può dedicarsi alla sua passione per l’armonica anche se – a detta sua – non gli riesce altrettanto bene.
Seconda posizione per l’austriaco con l’aquila tatuata Stefan Kraft, al quale non basta volare come un rapace per conquistare il successo fiemmese.
 
Festa rovinata per i polacchi dunque, accorsi numerosi allo Stadio del Salto di Predazzo per assistere alle imprese dei loro beniamini, come Dawid Kubacki, terzo: «Ancora una volta livello altissimo di competizione, i miei salti sono stati molto buoni ma non abbastanza per raggiungere la testa. Sono contento che i miei colleghi abbiamo fatto altrettanto bene».
Kubacki è il realista di squadra, vive sempre l’attimo e non si perde in inutili voli pindarici, e quando gli si chiede cosa farà ora risponde: «Il mio piano nell’immediato è quello di andare a cena!»
I connazionali Kamil Stoch e Piotr Zyla si sono piazzati subito dietro Kubacki, quarti a pari merito, autori comunque di ottimi salti ma non sufficienti per raggiungere lo stato di grazia del germanico.
 
Il campionissimo Stoch è un perfezionista, ma si dice soddisfatto del weekend fiemmese e pare aver ritrovato la forma sperata: «Ho saltato ad un buon livello, ma dovrei essere più contento che deluso. Diverso saltare su questo trampolino, ma a me piace gareggiare in Val di Fiemme».
Strepitoso il balzo di Zyla, probabilmente il migliore di stagione per il saltatore polacco: «Il mio secondo salto è stato incredibile, sono molto felice, ero fortissimo.
«Differente la posizione rispetto al primo salto dove ero troppo alto, nel secondo ero più veloce e il telemark era perfetto. Il trampolino è stato preparato molto bene.»


 
I polacchi effettuano dunque ottime prove ma i salti sono da compitino, o non particolarmente eccelsi da garantir loro il successo, cosa che invece è accaduta a Karl Geiger e Stefan Kraft, l’austriaco si aggiudica infatti il primo salto con Geiger in seconda posizione, Stoch in terza e Kubacki in quarta, mentre nel secondo ruoli invertiti, con Geiger a far meglio di Kraft sia nella posizione che nel punteggio, e a portarsi a casa anche il secondo incontro fiemmese.
 
Ancora deludente invece il giapponese Ryoyu Kobayashi, giunto 25° e rispecchiando l’andamento della giornata precedente.
Giovanni Bresadola è riuscito a qualificarsi, venendo tagliato fuori per il secondo salto e terminando in 47ª posizione.
Si chiudono così le intense giornate di Coppa del Mondo del comitato Fiemme Ski World Cup, partito dall’ospitare la finale del Tour de Ski ed arrivato al trittico di Combinata Nordica e Salto Speciale.
Un passo alla volta verso le Olimpiadi 2026...
 
 Normal Hill Individual 
1. GEIGER Karl GER 285.2; 2. KRAFT Stefan AUT 280.5; 3. KUBACKI Dawid POL 278.2; 4. STOCH Kamil POL 277.3; 4. ZYLA Piotr POL 277.3; 6. FORFANG Johann Andre NOR 270.7; 7. LINDVIK Marius NOR 266.0; 7. PREVC Peter SLO 266.0; 9. LANISEK Anze SLO 263.8; 10. SATO Yukiya JPN 263.6.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni