Home | Sport | Sport su Ghiaccio | Curling, Campionati Europei 2022 di Östersund in Svezia

Curling, Campionati Europei 2022 di Östersund in Svezia

La soddisfazione di Trentino Curling Cembra per il successo della squadra arrivata in semifinale con sette vittorie su sette partite

Non potevano sperare in un esordio migliore di questo i giocatori della Trentino Curling Cembra che battendo il Team svizzero Schwaller nella quinta giornata degli Europei di Curling, a Östersund in Svezia, si sono qualificati ai play off con tre turni d’anticipo.
Ieri la squadra si è imposta anche sulla Repubblica Ceca inanellando così sette partite e altrettante vittorie in un percorso netto che ha reso il team Retornaz uno dei grandi protagonisti dei Campionati Europei 2022.
 
«È decisamente un buon momento – ha dichiarato Mattia Giovanella – fin qui abbiamo vinto tutte le partite dimostrando di essere al pari delle top teams.
«Ora dobbiamo terminare il round robin e lo vogliamo fare al meglio. I giocatori del Team scozzese, campioni europei in carica e vice campioni olimpici, rappresentano un osso duro.
«Lo scorso anno erano inarrivabili, ma quest’anno siamo cresciuti molto come squadra e abbiamo ottime chance.
«Poi inizieranno i play off. E lì è tutta un’altra storia. Il gioco è molto diverso, si tratta di un’altra competizione e saranno i dettagli a fare la differenza.»
 
Claudio Pescia, d.t. della nazionale, ha aggiunto: «Sono molto soddisfatto di queste sette vittorie consecutive.
«Onestamente non me lo aspettavo anche se sapevo che erano ben preparati.
«Questo è un ghiaccio che abbiamo molto sotto controllo e che piace molto allo skip Joël che fa una prestazione straordinaria, ma anche il resto della squadra è davvero pronto.
«Abbiamo fatto un bel percorso raggiungendo il primo obiettivo dei play off, ma c’è ancora molta strada da fare.
«Vedo però che anche rispetto ad altre squadre, come Svizzera e Scozia, siamo sul pezzo.
«La partita contro la Svizzera è stata una partita favolosa, tirata ma di alto livello. Abbiamo avuto la meglio e credo che la vittoria sia ben meritata.
«Ora restano da giocare ancora due partite della fase di round robin.
«Contro Spagna e Scozia sarà un’occasione per testare la squadra scozzese e se riuscissimo a imporci saremmo primi, cosa che ci darebbe il vantaggio di avere l’ultima stone nella prima mano nelle partite di play off, partendo bene contro avversari davvero forti.»

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande