Home | Sport | Sport Trentino | Anche Francesca Dallapè abbandona il sogno olimpico

Anche Francesca Dallapè abbandona il sogno olimpico

Una decisione presa dopo aver saputo che Tania Cagnotto era nuovamente incinta. «Lasciare spazio alla coppia Bertocchi e Pellacani»

image

Ph Fotostudio Gasperini.
 
Dopo un argento alle Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016 (nei 3m sincro), due argenti ai Mondiali nel 2009 e 2013 (sempre nei 3m sincro) e otto ori agli Europei dal 2009 al 2015 (nei 3 m sincro), la tuffatrice trentina Francesca Dallapè sceglie di abbandonare il sogno olimpico.
La decisione per lei non è stata per nulla facile, ma la tuffatrice trentina classe '86, specializzata nel trampolino 1 m singolo, 3 m singolo e 3 m sincro del Gruppo Sportivo dell'Esercito, ha scelto di non continuare con le qualificazioni per le Olimpiadi di Tokyo e abbandonare definitivamente il mondo dei tuffi in sincro.
Continuerà a gareggiare nel trampolino 3 metri singolo con il Gruppo Sportivo dell’Esercito.
 
«Dopo un lungo periodo di riflessione dovuto a questo stop forzato, io e Tania abbiamo valutato più e più volte se andare avanti, – confida Francesca Dallapè. – Inizialmente ci siamo fatte un po’ demotivare psicologicamente dall’insicurezza del calendario, dal non sapere se quest’anno i giochi olimpici si sarebbero potuti svolgere o meno, dall’idea di non avere un obiettivo certo… elementi che ci hanno fatto pensare di non riuscire ad andare avanti.
«Abbiamo continuato ad allenarci e prima del lockdown avevamo ripreso a crederci molto: eravamo in forma e c’era grande volontà di andare avanti, ma poi la decisione finale è arrivata nel momento in cui Tania mi ha confidato di essere incinta.
«Ovviamente sono davvero felice per lei e per la nuova vita che la aspetta! Concludo insieme alla mia compagna storica il mio percorso da tuffatrice in sincro, continuerò però a gareggiare dal trampolino dei 3 metri in singolo per il mio Gruppo Sportivo dell’Esercito che ringrazio ancora per la vicinanza e la comprensione in questo periodo difficile.
«Auguro ogni fortuna alla coppia Bertocchi, Pellacani a cui vorrei passare il nostro testimone, ora tocca a loro inseguire il sogno olimpico e difendere il podio nei 3 metri sincro.»

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni