Home | Sport | Sport Trentino | Cheptegei 5.000 record, Crippa ritirato: «Una giornata no»

Cheptegei 5.000 record, Crippa ritirato: «Una giornata no»

A Montecarlo in Diamond League il primato mondiale dell'ugandese con 12:35.36: battuto Bekele dopo sedici anni. L’azzurro trentino si ritira a tre giri dal traguardo

image

>
Fantastico a Montecarlo nei 5.000 metri che hanno illuminato la Wanda Diamond League, nel tempio dello Stade Louis II.
Il tentativo di record del mondo dell'ugandese Joshua Cheptegei è riuscito, con un crono straordinario di 12:35.36, abbondantemente sotto lo storico limite di Kenenisa Bekele, un 12:37.35 vecchio di 16 anni firmato a Hengelo.
Nella gara del primato, non è andato a buon fine l'attacco al record italiano scagliato da Yeman Crippa, ritirato intorno ai 3.750 metri, quando mancavano poco più di tre giri, dopo un inizio complicato per il ritmo sostenutissimo impresso dai pacemaker.
«Purtroppo ho beccato una giornata no, la metto via il prima possibile e ci proverò di nuovo a Ostrava l’8 settembre», – Le prime parole del mezzofondista delle Fiamme Oro, primatista italiano dei 10.000 metri, che andrà nuovamente alla ricerca del 13:05.59 di Totò Antibo che resiste da trent'anni.
 
La storia di questo record è figlia dell'immenso talento dell'ugandese, campione del mondo a Doha sui 10.000 metri, capace di togliere ben ventidue secondi al personale per entrare nella storia.
Negli intermedi anche una world lead sui 3.000 in 7:35.14 e il passaggio ai 4.000 in 10:05.41 che ha pesato come un'ipoteca sulla riuscita del tentativo di primato mondiale.
Circa due secondi di progresso sul limite di Bekele, così come di due secondi fu il margine che lo stesso Bekele sottrasse al precedente record dell'altra leggenda Haile Gebrselassie.
È il picco di un meeting favoloso, il primo grande show di un anno surreale, che riporta un sorriso luminoso negli occhi di tutti gli appassionati.
 
Dietro Cheptegei scende sotto i 13 minuti, nuovamente, anche il keniano Nicholas Kimeli, secondo in 12:51.78, davanti all'altro keniano Krop (13:11.32) e all'olandese Foppen, al record nazionale di 13:13.06. Personali anche per lo spagnolo Oumaiz (13:13.14) e per il francese Gressier (13:15.77).
Joshua Cheptegei è nato il 12 settembre 1996, non ha ancora compiuto ventiquattro anni.
Vanta già il titolo iridato dei 10.000 metri conquistato in Qatar nella scorsa stagione, dopo essere stato d'argento a Londra nel 2017, e l'oro mondiale di cross ancora dallo scorso anno.
Nel 2018 si è laureato due volte campione ai Giochi del Commonwealth di Gold Coast su 5.000 e 10.000 metri.
Ai Giochi di Rio 2016 è stato finalista su entrambe le distanze, ottavo sui 5.000 e sesto sui 10.000, due anni dopo essersi laureato campione del mondo U20 sui 10.000 a Eugene.
 
Marco Buccellato

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni