Home | Sport | Sport Trentino | La KS Rent CercaSì torna in palestra tra rigidi protocolli

La KS Rent CercaSì torna in palestra tra rigidi protocolli

Capitan Consolini: «Tanti derby, trasferte brevi e rischi ridotti al minimo»

image

>
Da ieri la KS Rent CercaSì Pallavolo Trento Bolghera ha ripreso a sudare in palestra.
Dopo un periodo di lavoro individuale in sala pesi, è ricominciata la preparazione della squadra di coach Tait in vista del prossimo campionato di Serie B maschile, la cui formula è profondamente mutata rispetto alle previsioni iniziali.
«Il momento è chiaramente difficile, fuori così come in palestra, – spiega l'alzatore e capitano della KS Rent CercaSì Mattia Consolini. – Inizialmente abbiamo continuato comunque ad allenarci finché abbiamo potuto, poi ci siamo fermati perché la paura di andare in palestra era tanta. Ora c'è qualche certezza in più, anche sulla ripartenza del campionato e così abbiamo finalmente iniziato nuovamente ad allenarci in palestra dopo un mesetto di stop in cui abbiamo svolto solamente sedute pesi individuali. La società tuttavia ha saputo gestire al meglio la situazione, rispettando alla lettera tutti i protocolli sanitari.»
Il girone da 12 squadre è stato diviso in due sotto gironi da 6 formazioni ciascuno, così da limitare gli spostamenti e diminuire gli incroci tra compagini di regioni diverse.
 
La prima fase prenderà il via sabato 23 gennaio e terminerà il 27 marzo, mentre la seconda fase scatterà il 24 aprile.
«L'obiettivo rimane lo stesso di quest'estate – prosegue Consolini – ovvero quello di cercare di fare bene e di vincere più partite possibili. Da un lato spiace non potersi confrontare con tutte le squadre del girone perché sarebbe stato un motivo di crescita, dall'altra però sono convinto che la formula adottata sia quella giusta, perché così facendo diminuiranno le trasferte e di conseguenza anche i rischi di contagio.»
La KS Rent CercaSì Bolghera, alla sua prima storica avventura in un campionato di carattere nazionale, è stata inserita nel girone C2, assieme alle trentine Argentario Miners e Lagaris Rovereto, alle veronesi Volley Veneto Cavaion e Arredopark Dual Caselle e alla lombarda Gabbiano Mantova.
 
«Ci saranno tanti derby molto interessanti. Tutte le squadre si sono rinforzate: l'Argentario ha un anno importante di esperienza in Serie B alle spalle, mentre il Lagaris è una squadra molto giovane e quindi con notevoli margini di crescita. Mantova, sulla carta, è una squadra attrezzata per recitare un ruolo da protagonista.»
Il 23 gennaio non è poi così lontano. Che effetto le farà esordire in Serie B con la maglia del Bolghera?
«Mi fa un effetto particolare, sicuramente. Qui avevo fatto l'Under 14 e ora, a distanza di molti anni, avrò l'occasione di esserci alla prima volta assoluta della società in un campionato nazionale importante come la Serie B. Con i colori orange del Bolghera ho un feeling particolare ed è qui che ho conosciuto gran parte degli amici che frequento anche adesso fuori dal campo.»

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni