Home | Sport | Sport Trentino | Cinque medaglie trentine nel sabato di Ancona

Cinque medaglie trentine nel sabato di Ancona

I tricolori Indoor Juniores e Promesse regala al Trentino gli argenti di Andrei e Giordani nella marcia, nei 1.500 metri medaglie per Pellegrini, Berti e Giovanetti


Foto di Francesca Grana/Fidal.
 
Cinque medaglie made in Trentino nella prima giornata dei Campionati Italiani Indoor Juniores e Promesse in corso di svolgimento ad Ancona.
Cinque podi maturati nelle medie distanze, con marcia e mezzofondo che si confermano fucina di grandi soddisfazioni per il movimento nostrano.
Proprio gli specialisti del tacco-punta sono stati i primi a conquistare risultati preziosi, con il valsuganotto Aldo Andrei (Gs Valsugana Trentino) d'argento tra gli under 23 nei 5.000 metri ed imitato dalla lagarina Vittoria Giordani (Us Quercia Trentingrana) bronzo nei 3.000 al femminile (13'58"05), rispettivamente alle spalle di Andrea Finocchietti e Sara Buglisi.
Per Andrei insieme al secondo posto è arrivata anche la notizia di un importante miglioramento cronometrico: il 20'06"58 finale gli ha infatti consentito di limare addirittura una quarantina di secondi dal precedente riferimento personale al coperto.
E tra gli junior, quinto posto nei 5.000 metri per il veronese Pietro Marchetti (Us Quercia Trentingrana) a sua volta protagonista di un sensibile progresso cronometrico fino all'odierno 22'34"52.
 
E dopo la marcia, è toccato ai 1.500 metri regalare preziose soddisfazioni ai mezzofondisti nostrani, con Massimiliano Berti (Atletica Valchiese) e Luna Giovanetti (Atletica Valle di Cembra) d'argento tra gli junior e Pietro Pellegrini (Atletica Valle di Cembra) bronzo tra le promesse.
Per tutti loro non si è trattato del debutto sul podio tricolore, anzi.
Lo storese Berti con 3'57"86 si è inchinato solamente a Niccolò Galimi, correndo su tempi prossimi al proprio primato personale assoluto mentre Giovanetti ha saputo cogliere a propria volta l'argento con un 4'34"84 (PB) che l'ha inserita nella scia della veronese Sofia Terenziani.
Progresso cronometrico anche per il figlio d'arte Pellegrini che al primo anno nella categoria ha saputo farsi largo sul podio scendendo a 3'50"08 per chiudere alle spalle di Federico Riva e Wilson Marquez.
 
La prima giornata tricolore ha quindi regalato altri piazzamenti trentini, come il buonissimo sesto posto nel salto in lungo under 23 per il decatleta Lorenzo Naidon (Us Quercia Trentingrana) atterrato a 7,31 (PB indoor, a tre centimetri dal limite personale assoluto); il settimo posto di Stella Tronchin (Us Quercia Trentingrana) nell'asta under 23 con 3,50 ed il decimo ed undicesimo posto nei 60 metri per l'under 23 Enrico Cavagna (Us Quercia Trentingrana) e per la junior Cecilia Scarpiello (Us Quercia Trentingrana).

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni