Home | Sport | Sport Trentino | Il trentino Simone Valduga conquista l'oro ad Ancona

Il trentino Simone Valduga conquista l'oro ad Ancona

E l’allieva di Trento Sud Alessandra Bolzon ha fatto un salto triplo d'argento

image

Simone Valduga - Foto di Francesca Grana-Fidal.
 
Eccolo l'oro di Simone Valduga! Dopo l'argento negli 800 metri di sabato, il sedicenne dell'Us Quercia Trentingrana ha conquistato il metallo più pregiato negli odierni 1.500 metri dei Campionati Italiani Allievi Indoor che si sono da poco conclusi ad Ancona.
Dopo diciassette mesi Valduga torna così a conquistare il trono tricolore, un onore già conosciuto da cadetto, quando nell'ottobre 2019 trionfò nei 1.200 siepi under 16 di Forlì.
Un anno e qualche mese più tardi, agli albori della seconda stagione da allievo, il promettente mezzofondista allenato dal padre Stefano ha saputo quindi imporsi con il tempo di 3'58"78 (primato personale al coperto) davanti a Mario Roani e Ismaele Deidda.
Tra i due ori tricolori hanno trovato spazio ben 4 medaglie d'argento, un poker iniziato e concluso proprio al PalaBancaMarche con i secondi posti negli 800 metri del febbraio 2020 e di ieri, oltre ai due secondi posti all'aperto negli stessi 800 metri e nei 2.000 siepi.
 
E a rispondere presente all'appello per le medaglie è stata ancora una volta la triplista Alessandra Bolzon (Atletica Clarina).
Coetanea di Valduga, l'allieva di Trento Sud ha meritato infatti la medaglia d'argento al termine di un concorso che l'ha salutata per la prima volta in carriera oltre i 12 metri, con un 12,14 che le ha permesso di inserirsi nella scia dell'abruzzese Ilaria Monaco (12,30); da segnalare come a referto Bolzon abbia saputo scrivere anche un pregevole 11,97.
Avendo fatto riferimento al successo di Valduga di Forlì, non si può dimenticare come proprio quel fine settimana romagnolo avesse consegnato la prima medaglia tricolore alla stessa Bolzon (anche allora, d'argento) ma anche alle coetanee Nancy Demattè (Atletica Trento) e Martina Larcher (Gs Trilacum) che hanno saputo a loro volta sfiorare un posto sul podio.
Nella finale dei 400 metri l'aquilotta ha chiuso al quarto posto con 58"27 mentre la trilacense ha completato il proprio cammino nei 60hs in quinta piazza con un 8"86 dopo aver staccato un ottimo 8"74 in batteria; sempre ieri, infine, sesto posto nel salto in alto per Federico Binetti (Atletica Trento, 1,88).

Alessandra Bolzon - Foto di Francesca Grana-FIDAL.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni