Home | Sport | Sport Trentino | Pressano stecca in casa contro Cassano Magnago: 21-24

Pressano stecca in casa contro Cassano Magnago: 21-24

Dopo questa ’8ª giornata di ritorno in Serie A Beretta, Pressano è virtualmente al quinto posto e quindi fuori dalla zona PlayOff

Uno stop casalingo inatteso frena la corsa PlayOff della Pallamano Pressano Cassa di Trento, costretta ad arrendersi sul campo di casa al cospetto del Cassano Magnago col punteggio di 21-24.
Seconda sconfitta consecutiva e terza delle ultime 4 gare per i gialloneri che hanno invertito completamente il trend mantenuto da settembre a gennaio ed ora compromettono la lotta per le semifinali Scudetto.
La classifica dice ancora quarto posto, ma virtualmente potrebbe essere quinta piazza con Bressanone alle spalle staccato di 1 solo punto con una partita da recuperare rispetto ai gialloneri.

Serata negativa quella vissuta dalla squadra di Fusina, sempre in svantaggio ed incapace di mordere come gli avversari amaranto di Kolec.
La squadra trentina ha sofferto enormemente, mostrando tutti i propri lati deboli: ne ha approfittato un Cassano abile a colpire nei momenti giusti.
Sopra anche di 6 reti, gli ospiti hanno rischiato di farsi rimontare da un Pressano ritrovato solo a tratti: all’andata il ribaltone riuscì a Giongo e compagni, questa volta no.

Partita insidiosa e Pressano privo di Gabriele Sontacchi: contratti e poco precisi in attacco, i gialloneri scivolano subito sotto 4-8 con Mazza che fa bello e cattivo tempo per un Cassano che ci crede e prende coraggio.
Timida reazione locale fin sull’8-9 ma la partita non gira e gli ospiti ne approfittano mantenendosi avanti, 11-13 a fine primo tempo.
L’avvio di ripresa è disastroso per Pressano: male in tutti i fondamentali, poco funziona e Cassano schizza 14-20 quando mancano 15 minuti al termine.

La partita sembra segnata ma un colpo d’orgoglio dei padroni di casa vale il break di 4-0 che riapre il match a 9 giri di lancette dalla sirena: il Palavis si scalda, Pressano va a -1 e ha due palloni del pari ma sfortuna e nervosismo tradiscono i gialloneri.
Cassano suda freddo ma se la cava, con un colpo di reni finale che vale il 21-24.
Sconfitta che pesa sulle ambizioni della squadra trentina ma che lascia ancora in corsa Pressano: ora però servono gli straordinari; a partire da sabato, sul campo di Sassari secondo in classifica.
 
 Serie A Beretta – 8ª giornata di ritorno
Pressano - Cassano Magnago 21-24 (p.t. 11-13)

Pressano: Facchinelli, Dallago 2, Fadanelli 3, D’Antino, Alberino, Sontacchi, Villotti, Giongo, Jansson 5, Folgheraiter, Dainese 2, Moser 1, Iachemet 3, Loizos, Gazzini 5. All. Fusina
Cassano Magnago: Monciardini 1, Lazzari 3, Milanovic, La Bruna 1, Branca 1, Bassanese 1, Salvati, Kabeer, Jezdimirovic 4, Dorio 1, Decio 2, Visentin 1, Mazza 9, Riva. All. Kolec
Arbitri: Carrino-Pellegrino
 
 Gli altri risultati della giornata  
Appiano - Sassari 22-29
Rubiera - Conversano 19-35
Carpi - Bressanone 23-25
Fasano - Siracusa 28-24
Trieste - Merano 30-29
 
 La classifica aggiornata 
Fasano 35*, Conversano** 30, Sassari** 29, Pressano 27, Bressanone** 26, Merano* e Bolzano 20, Cassano Magnago* 17, Trieste 15, Appiano 13, Carpi 9, Rubiera 5, Siracusa* 2
*Una partita in più
**Una partita in meno

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande