Home | Sport | Sport Trentino | Nadia Battocletti deve rinunciare ai mondiali di Eugene

Nadia Battocletti deve rinunciare ai mondiali di Eugene

Una periostite tibiale tiene ai box Nadia Battocletti da un mese circa. Ma la mezzofondista nonesa guarda con fiducia agli Europei di Monaco

Nadia Battocletti (Fiamme Azzurre) è ancora ferma ai box e per alcuni giorni dovrà aspettare ancora prima di tornare a correre in pista.
Il ritiro nei 5.000 metri di Birmingham (21 maggio) è l'ultima presenza della ventiduenne di Cavareno che proprio in corrispondenza con l'impegno inglese ha scoperto di soffrire di una periostite tibiale, fortunatamente ancora in forma iniziale.
Da quel momento la campionessa europea U23 in carica dei 5.000 metri e del cross ha avviato un percorso di guarigione che le consente comunque l'attività in acqua, in attesa che il problema sia completamente riassorbito.
Questione di giorni, ormai. Ma l'obiettivo dei Mondiali di Eugene è dietro l'angolo.
 
«Concentrando i tempi, avrei potuto iniziare a correre per raggiungere una forma discreta per Eugene, ma ho preferito non esagerare e aspettare il pieno riassorbimento dell'edema, questione di pochi giorni.
«Rinunciare ai Mondiali è stato un po' doloroso, specie nella prima settimana di stop, ma credo sia la scelta migliore per poter puntare senza affanno agli Europei di Monaco.
«E nel frattempo proseguo con l'università, ho tre esami nelle prossime due settimane.»
Il settimo posto a Tokyo, seconda europea preceduta solo dalla campionessa olimpica Sifan Hassan lascia aperti spiragli molto interessanti per i 5.000 metri continentali per l'allieva di papà Giuliano.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande