Home | Sport | Sport Trentino | Nadia Battocletti, regina nazionale da 30 e lode

Nadia Battocletti, regina nazionale da 30 e lode

Netto trionfo per Nadia Battocletti ai campionati italiani di corsa campestre: per la nonesa delle Fiamme Azzurre è il 30° titolo italiano

image

Fotogallery Grana/FIDAL.
 
Immensamente Nadia.
«Tengo il conto da sempre, e conservo tutte le maglie: questo è il mio trentesimo titolo italiano! Sono stata davvero felice di correre qui a Gubbio, è un mio posto del cuore e mi sono trovata a mio agio su questo percorso.
«Con questa gara finisco la mia stagione invernale, ora mi fermerò per due settimane e poi inizierò la preparazione della stagione estiva: tra le gare già certe ci saranno i 5.000 di Oslo in Diamond League.»
 
Nemmeno per un giro durano i dubbi su chi sarà la vincitrice, non soltanto della prova tricolore ma anche del Campionato di Società che vedeva impegnate anche le atlete africane.
È un dominio totale, indiscusso, quello di Nadia Battocletti (Fiamme Azzurre), un assolo senza se e senza ma, sui prati ondulati di Gubbio, per la quattro volte campionessa d’Europa del cross, appena rientrata dalla Turchia con il quarto posto nei 3.000 degli Euroindoor.
 
Nessuna delle rivali può arginare lo strapotere della trentina, sempre in spinta, concentrata, elegante, tutta sola per larga parte degli 8 km previsti, e capace di ripetere i successi delle ultime due stagioni e di onorare Gubbio dove aveva trionfato già due volte nelle categorie giovanili (2017 da allieva e 2018 da junior).
In ballo c’è soltanto il secondo posto tricolore, un minuto esatto più indietro (Nadia 27:09).

La domenica della Festa del Cross di Gubbio regala però altre soddisfazioni agli specialisti trentini con il bottino finale che conta di ben quattro medaglie.
Nel cross corto il quinto posto assoluto permette a Luna Giovanetti (Atletica VAlle di Cembra) di mettersi al collo l'argento under 23, metallo analogo a quello raccolto da Nicola Girardini (Atletica Tione) tra i cadetti per contribuire al nono posto complessivo del Team Trentino under 16 nella classifica per regioni, nono come il piazzamento di Paola Parotto (Us Quercia) tra le under 16.
 
La quarta medaglia di giornata è firmata da Francesco Ropelato (Us Quercia), terzo nella gara juniores alle spalle del burundese di Siena Lionel Nihimbazwe e del bergamasco Stefano Benzoni. Per quanto riguarda gli altri risultati, spicca il quinto posto tra gli under 23 del primierotto Nikolas Loss (Atletica Valle di Cembra) ed il 19° assoluto di Linda Palumbo (Us Quercia).

Il Team Trentino Under 16 a Gubbio.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande