Home | Sport | Sport Trentino | Le Under 18 trentine di Rugby sfidano la Lombardia

Le Under 18 trentine di Rugby sfidano la Lombardia

Due giovani del Trento e una della Benacense nella rappresentativa trentino-veneta

image

Giorgia Farina (foto in basso) della Benacense, Silvia Nicolussi (foto in alto) e Giulia Casonato del Trento: occhio a queste tre, perché sono state convocate per martedì 21 gennaio a Verona, sul campo del Cus, per un allenamento congiunto (con test match) riservato alle under 18; compagne di allenamento - e avversarie - le pari età della Lombardia.
Due gli elementi da annotare come degni di particolare interesse: il primo è il fatto che non erano mai state convocate atlete trentine in una rappresentativa che fino a oggi era esclusivamente veneta; il secondo elemento si nota guardando la provenienza delle altre convocate: delle 19 selezionate 5 sono del Valsugana, al momento primo in classifica nel campionato nazionale a 15; 3 della Benetton Treviso, la società più prestigiosa d'Italia che ogni anno si contende lo scudetto col Riviera del Brenta che, in questo caso, ha una sola delegata; ancora 3 del Vicenza, 1 del Valpolicella e 3 del Casale.
Tra tali colossi, vedere Trento e Benacense è motivo d'orgoglio per l'intero movimento provinciale.
 
Per il delegato Guido Rebesco.
«Questo risultato ha radici profonde: è frutto di un cammino che diverse società stanno portando avanti con impegno e serietà. Non a caso è stata scelta Rovereto per l'europeo femminile che si disputò al Quercia. Complimenti alle ragazze, ai loro allenatori e ai loro dirigenti, con l'augurio che la loro esperienza sia di stimolo per tutte le compagne».
 
Euforico il presidente della «Bena» Tommaso Caceffo.
«La convocazione di Giorgia è un grande successo per la nostra società e soprattutto per le nostre atlete. Ho chiesto alle ragazze di rinnovare il proprio impegno anche a seguito di questo evento: il movimento femminile è in fortissima espansione e ci sono concrete opportunità di farsi notare come è avvenuto stavolta. In bocca al lupo a Giorgia e alle due atlete del Trento».
 
Per Fabio Pavanelli, presidente del Trento.
«Questo è il riconoscimento di un movimento che si sta sempre più mettendo in risalto sia in termini di risultati sia, soprattutto, intermini di partecipazione. Tali successi sono dovuti all'impegno della nostra delegazione, a tutti i tecnici e, non ultimi, ai presidenti che hanno profuso ulteriori sforzi per allestire il settore femminile. Le soddisfazioni non si sono fatte attendere e questo ci riempie di gioia e di orgoglio. È veramente un piacere condividere questi risultati con tutti gli attori che hanno contribuito».
 
Giorgia, Silvia e Giulia sono già compagne di squadra: Trento e Benacense hanno infatti unito le forze per affrontare gli impegni della Coppa Italia femminile a sette.
Il tecnico per il 21 gennaio sarà Diego Scaglia, che le trentine conoscono già bene visto che in diverse occasioni ha condotto allenamenti congiunti, a loro dedicati, sui campi della nostra provincia.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni