Home | Sport | Sport Trentino | Millegrobbe: pioggia e neve per 30 km di vero agonismo

Millegrobbe: pioggia e neve per 30 km di vero agonismo

Simone Bosin batte allo sprint Carrara e vince la prima giornata – Eugenia Bichugova si riconferma reginetta della 32ª edizione

image

La Millegrobbe, storica Granfondo sugli sci disputata oggi a Lavarone, in Trentino, piace ai giovani fondisti e pure a quelli navigati.
E così ecco contrapposto il risultato della prima giornata, col fiemmese Simone Bosin, classe 1991 (foto in alto), a primeggiare nella gara maschile e l’intramontabile Eugenia Bichugova, classe… (non si dovrebbe dire per una donna, ma in questo tanto di cappello) 1958, incontrastata protagonista tra le donne.
Giornata tanto bella di sport quanto cupa meteorologicamente parlando, con pioggia e nevischio e una cappa di nebbia a nascondere i bei paesaggi «scandinavi» dell’altopiano cimbro di Lavarone e Luserna, al confine con quello di Folgaria.
Di per sé la Millegrobbe è sempre stata una gara decisamente impegnativa, oggi la 30 km in classico con una neve pesante ha reso ancor più arduo il compito degli oltre 200 fondisti che hanno preso il via di questa 32ª edizione.
 
Pronti via e subito i più forti, in particolare gli atleti de l Team Hartmann, hanno cercato di imprimere un ritmo veloce, così dopo la prima salita davanti si è formato un trenino con il gruppetto dei migliori tra i quali Bosin, Carrara, Colamarino, Crestani, Smutin, Zampieri, Gilmozzi e Passerini.
Subito tra le donne allungava la Bichugova (foto di fianco), per una gara rosa che non avrebbe più avuto scossoni.
Poi già a metà del primo giro Bosin, Carrara, Colamarino e Passerini hanno cercato di sfilacciare ulteriormente il gruppo e ci sono riusciti con un’azione di forza.
Ma al giro di boa della prima tornata sulle code dei due fuggitivi Bosin e Carrara si sono messi subito Crestani e Colamarino, ed a pochi metri Zampieri, Masiero e Passerini.
 
L’azione decisiva si è avuta dopo metà del secondo giro, sulla lunga ed ultima salita che portava a Malga Millegrobbe di Sopra. Carrara e Bosin, con una buona intesa, hanno staccato Passerini e Colamarino, allungando ancor di più in discesa, il resto della gara è stata una passerella dentro la conca di malga Millegrobbe.
Sulla dirittura d’arrivo si sono presentati in due, Bosin e Carrara.
Ci si aspettava una volatona, ma Carrara ha infilato lo stesso binario alle spalle di Bosin e per il fiemmese è stata vittoria con 1h15’44”, appena 2/100 davanti al bergamasco, ormai trapiantato in Trentino.
Per completare il podio si è aspettato poco, appena 32” con Passerini che ha avuto la meglio su Colamarino.
Poi gli arrivi si sono susseguiti in successione e nei primi dieci ritroviamo, nell’ordine alle spalle dei primi quattro, Crestani, Masiero, Smutin, Valerio, Defrancesco e Zampieri.
Eugenia Bichugova non ha tradito le aspettative, ha tagliato il traguardo dopo 1h34’08”, con oltre 6’ di vantaggio su Mara Zamboni e oltre 9’ su Rosanna Costa.
 
Il tempo uggioso non ha concesso tregua, pioggia e neve tuttavia non hanno intaccato il successo di un evento che è entrato nella storia dello sci di fondo.
Peccato che concomitanze nella stessa provincia come i Campionati Italiani Assoluti e la coincidenza con la FIS Marathon Cup in Austria questa volta abbiano tenuto lontano i campioni degli sci stretti, per una gara che vanta un albo d’oro molto prestigioso.
Domani si replica con la 30 km in tecnica libera, stesso percorso di oggi, con una speciale classifica combinata che unisce il risultato della prova in classico e quella in tecnica libera.
Nel pomeriggio, oggi, spazio anche ai più giovani con la Mini Millegrobbe all’interno del progetto internazionale FIS World Snow Day.
Poco meno di cento giovani fondisti (molti altri assenti causa maltempo), hanno vivacizzato le piste di malga Millegrobbe divertendo e divertendosi.
 
Domani partenza alle ore 10. 
 

 
 Classifica maschile – 30 km TC
1. Bosin Simone Team Hartmann Asd White Fox 01:15:44.03; 2. Carrara Bruno Team Hartmann Asd White Fox 01:15:45.01; 3. Passerini Giordano Gruppo Sciatori Brentonico 01:16:17.85; 4. Colamarino Andrea Team Hartmann Asd White Fox 01:16:23.09; 5. Crestani Marco G.S. Alpini Asiago 01:16:39.31; 6. Masiero Guido S.C. Montebelluna Asd 01:17:40.58; 7. Smutin Valery Russia 01:18:44.09; 8. Valerio Massimo Team Ha rtmann Asd White Fox 01:19:17.30; 9. Defrancesco Mathias Team Hartmann Asd White Fox 01:19:58.93; 10. Zampieri Stefano Gs Castionese 01:20:22.51
 
 Classifica femminile – 30 km TC
1. Bichugova Eugenja Team Hartmann Asd White Fox 01:34:08.60; 2. Zamboni Mara S.C. Comunita' Montana Valsassina 01:40:28.77; 3. Costa Rosanna Sci Cai Schio 01:43:36.14; 4. Joly Mara Gs Vvf G. Godioz 01:45:09.54; 5. Andreolli Alice Gr. Sciatori Brentonico 01:53:49.08; 6. Tesini Nicoletta Sc L'arcobaleno Asd 02:06:49.88; 7. Bertoni Elena Gr. Sciatori Brentonico 02:09:13.80; 8. Natale Susanna Sc Veronesi 02:09:24.20; 9. Roata Claudia S.C. Montebelluna Asd 02:23:15.20; 10. Vitella Carla Sci Cai Schio 02:23:33.58
 

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni