Home | Sport | Sport Trentino | Slipegada 2014: in Paganella, sulle nevi dei fuoriclasse dello sci

Slipegada 2014: in Paganella, sulle nevi dei fuoriclasse dello sci

Da venerdì 28 febbraio a domenica 2 marzo la Slipegada vedrà confrontarsi oltre un migliaio di concorrenti, tra amministratori e collaboratori delle Casse Rurali

image

La Slipegada riparte da due novità.
La prima: la vittoria di Cassa Centrale Banca della passata edizione.
La seconda: l’ospitalità della Cassa Rurale Lavis-Valle di Cembra dell’edizione in calendario dal 28 febbraio al 2 marzo.
Due novità perché mai, Cassa Centrale Banca era salita sul gradino più alto del podio della tre giorni che, dai primi anni Ottanta (edizione d’esordio: 1981 a Varena in Val di Fiemme) vede confrontarsi amministratori e collaboratori delle Casse Rurali Trentine e degli enti collegati.
 
E, fino a oggi, l’istituto di credito cooperativo con sede a Lavis non aveva ospitato un’edizione della tre giorni sugli sci (e ciaspole), mix tra agonismo (non esasperato), piacere di praticare lo sport preferito e, soprattutto, occasione per consolidare rapporti di conoscenza e di amicizia lontani dalla quotidianità professionale con i ritmi sempre più intensi a caratterizzarla.
I pendii e i tracciati saranno quelli della Paganella dove abitualmente si allenano i big dello sci di oggi, statunitensi e norvegesi.
 
Qui, nei primi anni Cinquanta, venne disputata una delle tre prove della prima edizione della «3-tre», oggi gara di Coppa del Mondo di sci alpino e, nei primi anni Cinquanta, evento internazionale animato dai fuoriclasse di questo sport.
Uno su tutti: Zeno Colò. Il toscano, cresciuto sciisticamente sulle nevi dell’Abetone, firmò una delle tre prove (le altre due vennero ambientate a Serrada di Folgaria e sul Monte Bondone) rendendo prestigioso, fin dalla prima pagina, un albo d’oro poi impreziosito dai nomi più belli del circuito iridato ideato, nel 1967, dal giornalista Serge Lang.
 
Tornando alla Slipegada. Il comitato organizzatore, guidato da Giovanni Bezzi, è attivo da diverse settimane.
E’ impegnato a curare anche il più piccolo particolare, anch’esso importante per poter archiviare con identico successo, delle trentadue volte precedenti, la trentatreesima edizione sulla Paganella.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni