Home | Sport | Sport Trentino | E' giunto il momento di correre con gli sci ai piedi del Vioz

E' giunto il momento di correre con gli sci ai piedi del Vioz

Sono ben 1.200 gli iscritti al 19° raduno sci alpinistico in notturna «Ai Piedi del Vioz»

image

La foto è relativa all'edizione dello scorso anno.
 
Nuovi numeri da record per il suggestivo raduno sci alpinistico in notturna «Ai Piedi del Vioz-Memorial Roberto Casanova», in programma sabato 22 marzo a Peio Fonti nel Parco Nazionale dello Stelvio.
Il tradizionale evento, giunto alla diciannovesima edizione, ha già raggiunto il numero massimo di 1.200 iscritti tra atleti ed appassionati degli sci con pelli di foca, che affronteranno il collaudato tracciato con partenza in linea alle ore 19 a Peio Fonti (1.350 metri di quota) ed arrivo presso i 2313 metri di altitudine del rinnovato rifugio Doss dei Gembri, risalendo per le piste Mezoli, Taviela e Gembri.
 
Al momento attuale è comunque disponibile una lista d’attesa di 100 appassionati, che potranno subentrare in seguito a eventuali rinunce.
L’emozionante raduno con gli sci al chiaro di luna è organizzato dall’attiva sezione Sat di Peio con la preziosa collaborazione di Soccorso Alpino, Gruppo Ana Val di Peio, Ufficio Iat Peio Fonti e Pejo Funivie Spa.
 
Dopo l’evento e la cena dei partecipanti nei vari ristoranti della Val di Peio, la premiazione è prevista alle ore 23.00 presso l’auditorium del Centro Termale di Peio Fonti.
Oltre ad una ricca estrazione di omaggi per tutti i concorrenti, saranno premiati i primi dieci classificati della categoria maschile e le prime cinque classificate di quella femminile.
 
Classifica speciale unica under 18 poi con l’assegnazione del trofeo Carletto Canella. Il prestigioso «7° Memorial Roberto Casanova», intitolato alla memoria di uno sfortunato giovane di Peio scomparso diversi anni fa in una tragedia della montagna, sarà invece assegnato al gruppo più numeroso.
L’anno scorso l’affollato evento serale della splendida Val di Peio, inserito nel noto circuito «Sci alpinistiche delle Valli del Noce», venne vinto dal polivalente atleta trentino Daniele Cappelletti, caporal maggiore scelto degli Alpini di stanza al Passo Tonale, portacolori dell’Adamello Ski Team, plurivincitore stagionale ed alla ricerca del terzo successo consecutivo nella notturna di Peio.
 
Pronostico più aperto tra le donne: mancando Federica Osler, vincitrice dell’anno scorso, punta di diamante dello Sci Club L’Arcobaleno ed impegnata altrove, si contenderanno la vittoria Corinna Ghilardi dell’Adamello Ski Team, Germana Pedrazzoli (Brenta Team), nonché Ilaria Cavallari, Sara Mosconi e Tiziana Rossi (Ski Alp Val di Sole).

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni