Home | Sport | Sport Trentino | Continuano gli eventi per i giovani della vela del Garda

Continuano gli eventi per i giovani della vela del Garda

Il Circolo Vela Gargnano si trasferisce a Tignale e ospita i «doppi» velici per ragazzi

image

Dopo la grande festa del 36° Trofeo Antonio Danesi, regata che ha aperto la stagione per i giovanissimi al Circolo Vela Gargnano, la promozione dello sport velico continua con la regata del Trofeo Comune di Tignale, che avrà come scenario la più bella limonaia del lago di Garda, il «Giardino dei Limoni» del Prato tanto amato dallo scrittore britannico David Herbert Lawrence.
Dopo i quasi 100 skipper di Rs Feva e Optimist, l'11 maggio sarà la volta dei «doppi», le barche promozionali che traghettano i velisti di tutto il mondo verso le categorie dei Giochi Olimpici.
A Tignale ci saranno il 4.20, l'Rs Feva e l'interessante skiff di progettazione australiana «29Er».
 
Nei primi mesi del 2014 questo nuovo progetto ha visto coinvolti i Club della Canottieri Garda, dall'Ans di Sulzano e del CV Gargnano.
Dopo una tappa per gli allenamenti al porticciolo turistico di Salò della Canottieri Garda i giovani si sono trasferiti al «molo diamante» di Bogliaco.
La stessa struttura ha ospitato gli Under 15 di Gargnano e di Toscolano-Maderno e si sono preparati con le flotte dell'Optimist.
In questi mesi sta poi facendo da base logistica al progetto «Velascuola» (coordinato dall'Istruttrice Chiara Arosio) con gli allievi delle scuole elementari e medie di Gargnano e Tignale, più quelli di Bergamo grazie alla collaborazione con lo Yacht Cub Città dei Mille-Bergamo e l'istruttore Andrea Signorelli.
 
Quanto alle regate il CV Gargnano dal 19 al 22 giugno presenterà la vela per i atleti con disabilità motorie ed il Campionato Italiano Hansa.
Questo evento è promosso dal Circolo Vela Gargnano dal progetto Hyak Onlus. Sarà la terza edizione di questo tricolore che, nel 2016 diventerà Campionato Mondiale, il primo ospitato in Italia.
La classe Hansa propone le sue barche che possono far veleggiare persone con ogni tipo di disabilità motoria.
Il Circolo Vela Gargnano riproporrà, a sua volta, la sua piattaforma con piccole gru per poter far salire in barca gli skipper.
 
Le barche sono quelle importate dalla Up Sails di Verona, la cui anima è Erwin Linthout, il promotore di «Eos la vela per tutti-Michele Dusi», il laboratorio di riabilitazione motoria attivo da oltre 10 anni grazie alla collaborazione con l'Ospedale «Sacro Cuore» dell' Opera don Calabria di Negrar (Verona).
Gli scafi saranno il doppio (ma anche singolo) 303 in cui l'equipaggio si siede come su una spider, lo Skud 18, barca a bulbo che fa parte della flotta Paralimpica.
Alla manifestazione parteciperà anche una barca della nuova scuola «Paradiso» della Fraglia Vela di Desenzano.
Tra le varie realtà che supporteranno le manifestazioni del CVG ci sono già Fondazione Asm, Osmi, Isomet, Hotel Ristorante Villa Giulia di Gargnano, Marina di Bogliaco 2000, Univela Campione, Wd 40, il consorzio degli operatori turistici di Garda Lombardia, la Ifds, Federazione Mondiale della Vela per i disabili, la XIV zona di Federvela.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni