Home | Sport | Sport Trentino | «Trentino Pedala», iscriversi per non perdersi la IV edizione

«Trentino Pedala», iscriversi per non perdersi la IV edizione

Dal 18 aprile al 13 ottobre torna il cicloconcorso con tanti vantaggi e premi

Dal 18 aprile al 13 ottobre torna il cicloconcorso con tanti vantaggi e premi. Dal 18 aprile prende avvio la quarta edizione del cicloconcorso «Trentino Pedala» promosso dall’Assessorato all'urbanistica, ambiente e cooperazione.
L’iniziativa, che negli scorsi anni ha registrato una buona adesione, mira quest'anno a coinvolgere molti più cittadini, istituzioni e organizzazioni.
Il concorso è transfrontaliero e si svolge anche negli altri due territori dell’Euregio, Alto Adige e Tirolo.
C'è tempo fino al 13 ottobre per percorrere almeno i 100 chilometri previsti dal regolamento, condizione minima per partecipare all'estrazione di significativi premi.
 
«Trentino Pedala» è un progetto di ampio respiro e ha fra gli obiettivi la sensibilizzazione della popolazione che vive nel delicato ecosistema alpino – non a caso i territori coinvolti sono Trentino Alto Adige e Tirolo – rispetto alla necessità di contribuire alla salvaguardia dell'ambiente.
Come? Utilizzando per i trasferimenti quotidiani, per lavoro, per turismo e per qualsiasi altra necessità di spostamento, la bicicletta.
L’obiettivo è quello di incoraggiare i cittadini ad utilizzare sempre più spesso questo mezzo di alta sostenibilità.
 
Perché usare come mezzo di spostamento privilegiato la bicicletta? Molti i vantaggi personali – per esempio uno stile di vita più salutare, risparmio sull'acquisto di carburante... – e collettivi - un ambiente più pulito e vivibile per tutti - grazie alle minori emissioni inquinanti e climalteranti oltre, e non è poco, al minor traffico.
Nel mese di luglio torna «In bici al lavoro» che per quest’anno mette in palio premi ancora più belli ed utili delle precedenti edizioni, insieme ad altre importanti novità.
I vincitori dei premi, come per le scorse edizioni, saranno ad estrazione e tutti coloro che si registrano e usano la bicicletta come mezzo per recarsi al lavoro, sono potenziali vincitori.
 
 Come funziona 
Chiunque abiti, lavori o studi in Trentino può partecipare.
L'iscrizione è gratuita ed è possibile partecipare individualmente ma il regolamento privilegia chi sceglie di iscriversi con un organizzatore locale: il Comune di residenza, l'azienda per cui si lavora, l'associazione di appartenenza, un'area protetta, l'istituto scolastico che si frequenta....
La sfida è quella di percorrere in bici almeno 100 chilometri, registrando periodicamente sul sito www.trentinopedala.tn.it o attraverso l'APP Trentino pedala i chilometri percorsi, sia per gli spostamenti quotidiani per recarsi al lavoro, per il tempo libero, per vacanza e, comunque, per qualsiasi necessità di spostamento.

Coloro che avranno percorso e registrato almeno 100 chilometri e avranno scelto l'organizzatore locale, ad ottobre parteciperanno all’estrazione dei bellissimi premi messi in palio.
L'auspicio dell'assessorato all'ambiente, di tutta l'organizzazione, dei partner dell'iniziativa è quello di vedere registrati più cittadini trentini possibile per raggiungere il traguardo più ambito, cioè quello di migliorare l'ambiente in cui viviamo pedalando, guadagnando in salute e risparmiando e, perché no, aumentare la competizione fra i territori per un obiettivo comune e di alto valore per tutte le comunità.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni