Home | Sport | Sport Trentino | Il trentino Lorenzo Paissan lancia i tricolori cadetti a Forlì

Il trentino Lorenzo Paissan lancia i tricolori cadetti a Forlì

Tedoforo d'eccezione per l'apertura dei Campionati Italiani Cadetti il campione trentino Paissan, che ha acceso il tripode insieme alla campionessa Vittoria Fontana


Lorenzo Paissan (Lagarina Crus Team) con Vittoria Giordani - Foto di Francesca Grana.
 
Nel cuore di luglio hanno dominato, una dopo l'altra, la scena della velocità under 20 agli EuroJunior di Boras.
Ieri si sono ritrovati d'azzurro vestiti per aprire la strada ai giovani eredi che tra oggi e domani saranno impegnati nei Campionati Italiani Cadetti, ultimo appuntamento istituzionale della stagione su pista.
Nel cuore di Forlì il trentino Lorenzo Paissan si è goduto la meritata passerella insieme a Vittoria Fontana: i due campioni europei juniores dei 100 metri hanno portato il loro esempio e la loro simpatia per stimolare ancor più gli oltre 1.000 cadetti che hanno invaso il cuore della città romagnola.
È sempre incredibile questa manifestazione - ha detto Paissan, vincitore del suo primo tricolore da cadetto sugli 80 metri nel 2015 - e ricordo quei momenti con estrema felicità”.
 
Il vicepresidente FIDAL Vincenzo Parrinello ha rivolto il suo saluto ai cadetti.
«Potete essere fieri e orgogliosi di rappresentare i vostri territori e indossare la maglia che ognuno di voi ha conquistato, primo passo verso quella della nazionale italiana.
«Solo alcuni di voi saliranno sul podio, ma tutti potranno tornare a casa soddisfatti se avranno dato il massimo.»
Annarita Balzani, presidente dell’Edera Atletica Forlì.
«In questi giorni la città è al centro dello sport giovanile nazionale, con il supporto dell’amministrazione comunale. Grazie per le emozioni che ci date. Forlì è pronta, ai blocchi di partenza, adesso tocca ai giovani atleti.»
 
Il sindaco di Forlì, Gian Luca Zattini, ha dato il benvenuto.
«La nostra piazza oggi è ancora più bella e con la vostra presenza ci fate un grande onore.
«Vi aspetto ancora, perché vogliamo che Forlì diventi una delle capitali dello sport e del vivere sano.»
«Sono sicuro che potrete trascorrere tre giorni indimenticabili – ha sottolineato Daniele Mezzacapo, vicesindaco e assessore allo sport – in una terra dell’ospitalità per eccellenza come la Romagna.»
 
L’olimpionica Gabriella Dorio, capitana delle squadre nazionali giovanili e oro nei 1500 ai Giochi di Los Angeles ’84, ha esclamato.
«Se volete andare forte vi dovete divertire, con intelligenza. Non abbiate paura e credeteci, siamo noi a farvi il tifo.»
E anche Sara Simeoni, un’altra grande campionessa a cinque cerchi nell’alto a Mosca ’80, ha dato la carica ai cadetti.
In chiusura il giuramento, affidato alla velocista forlivese Carlotta Fedriga e al giudice di gara Samuel John Adeleke, con l’inno d’Italia suonato dalla Banda Città di Forlì.
Domani mattina il via alle gare, in diretta video streaming dalle ore 9.00 su atletica.tv.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni