Home | Sport | Sport vicini al Trentino | Addio alla campionessa keniana Agnes Jebet Tirop

Addio alla campionessa keniana Agnes Jebet Tirop

Atletica sotto shock, uccisa in casa la 25enne due volte bronzo mondiale, quarta a Tokyo. - Aveva vinto due volte la BOclassic di Bolzano

image

Agnes Jebet Tirop - Foto Colombo/ Fidal.
 
Tutta l’atletica mondiale è sotto shock per la scomparsa di Agnes Jebet Tirop, campionessa keniana del mezzofondo, due volte medaglia di bronzo ai Mondiali nei 10.000 metri (a Londra e Doha) e quarta classificata alle Olimpiadi di Tokyo nei 5.000, trovata senza vita nella sua casa di Iten, nella Rift Valley, a soli 25 anni.

Secondo quanto comunicato da Athletics Kenya, si è trattato di omicidio da parte del marito.
Nella sua carriera è stata anche campionessa del mondo di cross nel 2015, e di recente, il 12 settembre, ha migliorato il primato del mondo women only dei 10 km su strada in Germania (30:01).

La giovane keniana aveva gareggiato in Italia in diverse occasioni, partecipando per due volte al Golden Gala Pietro Mennea dello stadio Olimpico (con il secondo posto nei 5.000 nel 2017), ma anche al Meeting di Rieti e alla BOclassic di Bolzano, vinta per due anni consecutivi, nel 2016 e 2017.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni