Home | Sport | Sport vicini al Trentino | È francese il Mondiale Giovanile Nacra 15 sul lago di Garda

È francese il Mondiale Giovanile Nacra 15 sul lago di Garda

I primi italiani sono i fratelli Vargiu del Ws Club di Cagliari che chiudono al 12° posto

image

>
È tutto francese il podio del Mondiale Nacra 15 che si è corso a Campione del Garda con base ad Univela, organizzazione Classe Internazionale Nacra, Univela Sailing del presidente Arianna Mazzon, egida di Federazione Italiana Vela e XIV Zona di Federvela, patrocinio di Regione Lombardia.
Dopo 16 manches la medaglia d'oro è andata a Clement Martineau e Lou Mouriac, equipaggio misto di La Rochelle-Quiberon, due capitali della vela d'Oltralpe.
Secondi, sono finiti Thomas Proust ed Eloise Clabon, altri francesi, come i terzi Titouan Petard ed Elisa Lecount.
Appena giù dal podio ci sono due equipaggi svizzeri.
Quarti sono Marie Mazuay e Clement Guinard, quinti Granjean Axel con Noemi della «A» della famiglia Fehlmann (Merit al Giro del Mondo).
 
 Il podio azzurro  
I primi italiani sono i fratelli Vargiu del Ws Club di Cagliari che chiudono al 12° posto, seguono Bona-Poggi della Lega Navale Riva del Garda al 15° posto.
Il podio “azzurro” è completato da Ottavia Ghiani e Luigi Zanca, altri della pattuglia di Cagliari. Giornata finale lunghissima su un lago colorato d'azzurro... e di vento. In gara, sul ramo del Garda che sorge a mezzodì, c'erano tutti i 60 Under 18-19 che hanno dato vita al Campionato Mondiale del catamarano Nacra 15, quella carena che vuole essere propedeutica per il Foil Olimpico.

La regata che si è corsa alla base di Univela di Campione del Garda, lungo la riva lombarda. Tra i coach presenti c'era anche Dean Barker, già skipper di Team New Zealand alla America’s Cup. I Club italiani presenti erano il Windsurfing Club Cagliari, Centro Velico 3v di Roma, Lega Navale Italiana Sezione Riva del Garda, Svagamente di Pescara.
Grande lavoro sul piano delle immagini per i Video Maker Andrea Fanelli e Tristano Vacondio, coordinati dal press officer italo-svizzero Remon Rezzonico, che hanno saputo mostrare il vero volto del lago di Garda, ricco di acqua, vento e vele.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande