Home | Sport | Sport vicini al Trentino | Bolzano Baseball, uno stop che sa di beffa

Bolzano Baseball, uno stop che sa di beffa

I biancorossi perdono gara-1 con i Dynos Verona e in gara-2 l’arbitro sospende la gara prima della pioggia in fase di rimonta e arriva un altro stop

Altri due stop per il Bolzano Baseball Club nel campionato di serie B nazionale. Nella doppia gara interna con i Dynos Verona valevole per la settima giornata del girone B, i biancorossi perdono gara-1 con un perentorio 9-0 e senza alcuna scusante e gara-2 per 2-1 con non poche recriminazioni per via di una frettolosa quanto incomprensibile sospensione in vista dell’arrivo di un acquazzone.
Un’insindacabile decisione arbitrale arrivata quando Bolzano era in piena fase di rimonta. In gara-1 veronesi subito in vantaggio: 4 punti nelle prime due riprese per poi mettere continuamente uomini sulle basi senza concretizzare fino all’ottavo inning, quando grazie alle valide di Zoccatelli (due doppi e 2 singoli), Dal Maso e Duino arriva un distacco incolmabile.

Sul monte di lancio ottima la prestazione di Dal Maso con 10 strikeout e nessun punto subito in 7 inning lanciati.
Al lancio per i padroni di casa Divina: 7 riprese con 2 stikeout, 7 basi ball e 5 punti subiti, con rilievo Tagliazucca che subisce 4 punti e chiude con uno strikeout e 6 basi ball concesse.
Gara-2 è una partita completamente diversa, Bolzano schiera Perrone sul monte. Il lanciatore concede subito 2 basi ball e conclude il primo inning con 3 strikeout.
Verona, come in gara 1, lascia tanti uomini in posizione punto. Bolzano si porta in vantaggio al primo inning grazie anche a qualche errore difensivo.
Sul monte scaligero sale Picolboni. I biancorossi piazzano due uomini in base, uno in prima e uno in terza e poi piazza il punto.

Gli ospiti rispondono al terzo inning segnando due punti preziosi. La partita rimane in equilibrio grazie ad una prestazione di spessore da parte di Piccolboni sul monte che concede solo 1 valida alle mazze bolzanine e chiude con 10 strikeout.
All’ottavo inning Bolzano mette uomini sulle basi dopo due errori difensivi. Con Bellinazzi in battuta, nubi minacciose, ma campo in ottimo stato l’arbitro di base decide di sospendere la gara con eccessiva fretta rispetto all’arrivo dell’acquazzone.
Il «Lazzarini» poi non regge e diventa impossibile riprendere la partita, gli arbitri decretano la fine della sfida e i Dynos vincono 2-1.
Sul monte bolzanino Perrone resta sei riprese chiude con due punti subiti, 6 strikeout e 5 bas ball.

Conclude Borrego. Sweep e secondo posto a pari merito con Alpina in classifica, a fine andata, per i Dynos Verona, amarezza e rammarico per il fanalino di coda Bolzano, atteso domenica in casa nella prima di ritorno contro i Ducks Staranzano (inizio alle ore 11.00 per gara-1, gara-2 un’ora dopo la fine della prima sfida) in una gara contro una diretta concorrente, quindi da vincere assolutamente.  

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande