Home | Sport | Sport vicini al Trentino | La Saslong Half Marathon è di Alex Oberbacher e Petra Pircher

La Saslong Half Marathon è di Alex Oberbacher e Petra Pircher

Successo oggi in Val Gardena per la prima edizione della corsa attorno al Sassolungo. Tutte le classifiche

image

>
«Quando uomini e montagne si incontrano, grandi cose accadono», scriveva William Blake. E oggi 400 grandi runners si sono incontrati con le immense Dolomiti, tutti attorno al Sassolungo per dar vita alla prima applauditissima edizione della Dolomites Saslong Half Marathon.
Alex Oberbacher e Petra Pircher hanno messo la propria prestigiosa firma sull’albo d’oro dominando la gara dal primo all’ultimo dei 21 km, tutti off road, e superando 900 metri di dislivello.
Una splendida giornata di sole a Monte Pana/Santa Cristina (BZ) ha fatto da sfondo ad alcune delle più belle cime dolomitiche, col Gruppo del Sassolungo a fare da fulcro ad un tracciato che ha interessato sia la Val Gardena che la Val di Fassa, andando a lambire alcuni celebri rifugi dolomitici, già frequentati da tanti alpinisti.
 
Alex Oberbacher, campione del mondo vertical under 23, ha concluso una gara da manuale, già alla partenza ha messo la freccia e poi nessuno l’ha più visto.
Un autentico camoscio a gareggiare in solitaria in casa, lui che è di Ortisei, con nessuno che è mai riuscito a mettere in discussione la sua superiorità.
All’inizio ci ha provato Daniele Felicetti, ma ha poi riconosciuto che il ritmo del leader della corsa era troppo alto ed ha badato a controllare la seconda posizione.
Per oltre metà gara Gianmarco Bazzoni ha cullato il sogno del podio, ma poi la tecnica discesa dal Sasso Piatto l’ha sopraffatto e ne hanno approfittato Georg Piazza, Martin Griesser, Veith Berger ed Helmuth Mair.
 

 
L’arrivo di Oberbacher, dopo 1h38’50”, è stato salutato da un bel pubblico salito sul Monte Pana fin dal primo mattino.
Per confermare il secondo posto di Felicetti si sono dovuti attendere oltre 2’, poi l’arrivo di Piazza, idolo di casa e ideatore del tracciato.
«È andata bene, come volevo che andasse, – ha detto il vincitore Oberbacher. – Dopo la partenza ho cercato di tenere il primo gruppo, sulla seconda salita ho cercato di forzare e prendere un po’ di distacco, poi è andata come è andata.»
In gara anche l’azzurro di combinata nordica Lukas Runggaldier, attardato da problemi allo stomaco in discesa, ha concluso 19°.
 
Gara delle donne tutta incentrata sulla fuga di Petra Pircher, abile a divincolarsi dalle rivali fin dalle prime falcate.
Ha allungato senza mai girarsi, e dietro a nulla sono valsi gli sforzi di Sandra Stuefer per ammorbidire il divario, e nemmeno Edeltraud Thaler è riuscita ad agganciare le due di testa.
Gara dunque decisa fin dal primo chilometro con le tre finite nell’ordine.
Petra Pircher ha concluso col tempo di 1h57’44 ed ha staccato la Stuefer di oltre tre minuti e mezzo e la Thaler di ulteriori 3’.
Particolarmente soddisfatta anche la Pircher all’arrivo.
«Già dal primo chilometro ero davanti ma la gara era durissima, il panorama però è molto bello. Non ero assolutamente certa di vincere, le altre sono tutte molto forti. Sono davvero contenta.»
 

 
Gli arrivi sono proseguiti fin oltre mezzogiorno, la gara si è dimostrata affrontabile anche dai runners non allenatissimi e rimane un tracciato da confermare per le prossime edizioni.
Manuela Perathoner, presidente del comitato organizzatore dell’ASV Gherdeina Runners, non ha dubbi.
«È stato un grande successo, la scelta di mettere il tetto a 400 partecipanti è stata indovinata, il prossimo anno sicuramente aumenteremo il numero massimo, vogliamo crescere piano piano ed offrire ai runners una gara sempre indimenticabile.»
 
Leander Senoner, responsabile della comunicazione, non manca di ringraziare per l’indispensabile supporto i rifugi e le baite dislocate sul tracciato, gli uffici turistici della zona, i cinque comuni interessati, IDM, Provincia e Regione.
 

 
 LE CLASSIFICHE 
Classifica Maschile
1 Oberbacher Alex Tornado 1:38:50.19; 2 Felicetti Daniele Team Dynafit 1:41:10.39; 3 Piazza Georg Asv Gherdeina Runners 1:43:23.74; 4 Griesser Martin Laufverein Asv Freienfeld 1:44:44.09; 5 Berger Veith Sportler Runing Team 1:47:16.69; 6 Mair Helmuth Sg Eisacktal 1:48:26.29; 7 Bazzoni Gianmarco Athletic Club 96 1:48:43.79; 8 Rizzi Fausto As Premana 1:48:48.54; 9 Tramet Marco Tornado 1:48:57.04; 10 Lang Christian 1:49:44.94.
 
Classifica Femminile.
1 Pircher Petra Asv Rennerclub Vinschgau 1:57:44.69; 2 Stuefer Sandra Asc L.F. Sarntal Raiffeisen 2:01:18.59; 3 Thaler Edeltraud Telmekom Team Südtirol 2:04:00.09; 4 Tonin Francesca Ana Feltre 2:04:46.59; 5 Pircher Anna Rennerclub Vinschgau 2:09:18.34; 6 Gräber Anna Asv Oberwielenbach 2:12:22.84; 7 Tasser Gertraud Lc Pustertal 2:12:46.19; 8 Gerlach Ricarda 2:13:13.19; 9 Vasselai Barbara Asc L.F. Sarntal Raiffeisen 2:16:03.84; 10 Felicetti Giorgia 2:16:48.79.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone