Home | Sport | Volley | Sabato 26 novembre l'ultimo derby del girone di andata

Sabato 26 novembre l'ultimo derby del girone di andata

Al PalaBocchi di Trento sfida fra due squadre affamate: Trentino Energie e Walliance Ata Trento

Per la Trentino Energie arriva l’ora di chiudere il ciclo di derby proposto dal calendario nel girone di andata. Sabato pomeriggio al PalaBocchi sarà ospite della Walliance Ata Trento, formazione cittadina con la quale incrocia i propri destini ormai da sei stagioni, ovvero da quando il nostro team è stato promosso in serie B1, categoria che le due società hanno dovuto abbandonare in primavera pur con modalità assai diverse.
Entrambe le squadre in estate sono state rifondate quasi da zero ed entrambe sperano di riuscire a stabilirsi nelle zone alte della classifica dopo aver pagato lo scotto dei tanti cambiamenti, in un girone dimostratosi comunque molto competitivo.
Ad oggi l’Argentario è ottavo a quota 11 punti, mentre l’Ata è decima a quota 8. Nell’ultima giornata entrambe hanno portato al tie break le rispettive gare, la Trentino Energie perdendo 2-3 contro il Torri, la Walliance vincendo per 3-2 contro il San Vito, battuto a domicilio solo sette giorni prima dalle ragazze di Mario Martinez ed entrambe, tanto per continuare con le similitudini, sono scese in campo senza la regista titolare, assenti Aurora Bonafini da una parte e Lorena Zanei dall’altra.
 
L’Argentario è animato da una grande voglia di riscattare la battuta di arresto maturata sabato scorso contro il giovane Torri, match nel quale le defezioni della palleggiatrice e di Katerina Pucnik, entrambe bloccate dall’influenza, hanno pesato molto sugli equilibri del gioco.
Chi le ha sostituite si è comunque fatto valere e sarebbe bastato pochissimo per aggiudicarsi anche uno solo dei tre set perduti sul filo di lana dopo grandi rimonte.
È importante portare a casa punti, in questa circostanza, perché poi la Trentino Energie se la dovrà vedere con tre squadre di alta quota quali Olympia Padova (ancora in trasferta), Arzignano (in casa) e Cerea (in trasferta).
 
Anche l’Ata ha comunque bisogno di punti per allontanare le ultime quattro piazze, per allungare una serie fatta di tre vittorie nelle ultime quattro partite (a Galliera Veneta, contro il Torri e contro il San Vito) e per regalarsi un po’ di serenità.
Il gruppo sa bene che potrà esprimere appieno il proprio potenziale solo quando potrà recuperare Greta Carosini, ma intanto tocca chi va in campo lottare per i tre punti.
L’Argentario ritrova il settetto base, composto da Aurora Bonafini in regia, Alessia Paoli opposta, Katerina Pucnik e Monika Costalunga in banda, Serena Sfreddo e Eleonora Buratti al centro, Sofia Battistoni libero.
 
L’Ata comincerà il match con una fra Lorena Zanei e Angelica Rizzo al palleggio, Erica Eliskases opposta, Carolina Falcucci e Arianna Forti in banda, Elisa Ferracci e Maddalena Bertoldi al centro, Rebecca Eccel libero.
La partita si giocherà al PalaBocchi a partire dalle ore 18 e sarà diretta da Giulia Mandelli e Federico Bonacorsi di Bergamo.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande