Home | Sport | Volley | CEV Champions League, mercoledì si conclude la Pool D

CEV Champions League, mercoledì si conclude la Pool D

All’Azoty Arena in Polonia fischio d’inizio programmato per le ore 20.30 italiane

image

>
La 2023 CEV Champions League vivrà nella giornata di mercoledì 25 gennaio l’ultimo turno della fase a gironi.
In questa occasione la Trentino Itas disputerà il suo terzo impegno continentale in trasferta, giocando il sesto turno della Pool D in Polonia, ospite dei due volte Campioni d’Europa in carica del Grupa Azoty Kedzierzyn-Kozle.
All’Azoty Arena fischio d’inizio programmato per le ore 20.30 italiane: diretta Radio Dolomiti e discovery+.

 
 QUI TRENTINO ITAS 
Ancora a punteggio pieno e già certa di concludere al primo posto il girone, risultato che ha garantito l’accesso diretto ai quarti di finale, la formazione gialloblù va alla ricerca di un ulteriore risultato positivo per terminare col miglior punteggio possibile la prima fase e quindi poter entrare in una parte del tabellone sulla carta più semplice, visto che la definizione della griglia dei Playoffs viene fatta tenendo conto del ranking di tutte le qualificate.
 
«Nonostante la certezza del primo posto finale della Pool D affrontiamo questa partita con il massimo della concentrazione ed attenzione perché vogliamo migliorare il nostro punteggio in vista del tabellone finale – conferma l’allenatore Angelo Lorenzetti in sede di presentazione del match - . Non sarà facile ottenere un risultato positivo sul campo dei Campioni d’Europa in carica, che nel frattempo si sono rinforzati con l’arrivo di Bednorz, ma vogliamo provarci anche per proseguire col piede giusto il nostro percorso europeo e guadagnare ulteriori convinzioni, mentali e tecniche».
 
Il tecnico della Trentino Itas dovrà fare a meno di Oreste Cavuto e Srecko Lisinac, rimasti a Trento per sostenere un programma differenziato in vista dei prossimi importanti impegni. Il centrale serbo era uscito nel corso del terzo set della partita di sabato sera a Civitanova per un risentimento alla zona lombare, situazione che ha consigliato lo staff medico di risparmiargli la lunga trasferta continentale, che vedrà la Trentino Itas rientrare solo giovedì sera. In rampa di lancio c’è quindi di nuovo il centrale belga D’Heer, che ha giocato da titolare gli ultimi due set del match con la Cucine Lube e l’intera precedente partita di Champions League a Menen.
 
  DODICESIMA TRASFERTA IN POLONIA DELLA STORIA GIALLOBLÙ 
Quella in corso è la dodicesima trasferta di sempre per Trentino Volley in Polonia, la nazione straniera visitata il maggior numero di volte nella storia gialloblù per un totale di diciotto partite giocate ed appena quattro perse. La prima gara assoluta disputata in questo paese risale al 4 marzo 2009 (vittoria per 3-1 a Czestochowa), mentre l’ultima è relativa al 2 dicembre 2018, quando superando per 3-1 la Cucine Lube Civitanova nella Finale del Mondiale per Club di Czestochowa il Club di via Trener conquistò il titolo iridato per la quinta volta. Da allora la Società gialloblù non era mai più approdata in questo Paese. L’appuntamento rappresenterà la 161a partita europea della storia societaria, la 121a di sempre in Champions League.
 
 GLI AVVERSARI 
Il Grupa Azoty Kedzierzyn-Kozle attende la visita della Trentino Itas per il remake delle ultime due finali della competizione con un abito decisamente differente rispetto a quello indossato a fine novembre 2022 alla BLM Group Arena. Il recupero dei centrali Smith ed Huber (out per infortunio nella gara d’andata) e l’innesto dell’ex schiacciatore di Modena Bednorz (sino a qualche settimana fa impegnato nel campionato cinese) consentiranno ai due volte Campioni d’Europa in carica di presentarsi in campo con ancora maggiore qualità ed agonismo, per cercare un risultato che faccia chiudere nel migliore dei modi la fase a gironi.
 
Il punto lasciato per strada in Repubblica Ceca nel precedente turno della Pool D ha azzerato le possibilità di primo posto, ma alla squadra allenata da Sammelvuo il successo nella partita di mercoledì sera interessa eccome, anche per riscattare un periodo non particolarmente semplice in PlusLiga. La sconfitta per 1-3 fatta registrare a Danzica giovedì scorso ha infatti ulteriormente allontanato la vetta della classifica (ora distante 10 punti, posizione occupata dal Resovia).
 
La rosa del Grupa Azoty Kedzierzyn-Kozle: 2. Lukasz Kaczmarek (o), 3. Kacper Kupczak (p), 4. Przemyslaw Stepien (p), 5. Marcin Janusz (p), 6. Jakub Chwastyk (o), 7. Twan Wiltenburg (c), 8. Adrian Staszewski (s), 9. Bartlomiej Kluth (o), 10. Bartosz Bednorz (s), 11. Aleksander Sliwka (s), 15. David Smith (c), 16. Tomasz Kalembka (c), 19. Dmitrii Pashitskii (c), 21. Wojciech Zalinski (s) 22. Erik Thomas Shoji (l), 71. Korneliusz Banach (l), 99. Norbert Huber (c). Allenatore Tuomas Sammelvuo.
 
  LA SITUAZIONE DELLA POOL D 
Con tutte le posizioni di classifica già matematicamente definite nel precedente turno, i punti in palio nella sesta ed ultima giornata della Pool D interesseranno di fatto solo alle due contendenti della sfida in Polonia; sia la Trentino Itas sia il Grupa Azoty Kedzierzyn-Kozle vogliono raccogliere il miglior risultato possibile per figurare nel lotto delle migliori prime e seconde. L’altro incontro, quello in programma a Menen alle ore 20.30 fra Decospan Vt e Karlovarsko, invece non cambierà di una virgola il destino delle due squadre, con i cechi già certi di proseguire il loro cammino in CEV Cup, dove entreranno in gioco nei quarti di finale come una delle terze classificate della fase a gironi, e i belgi che saluteranno definitivamente le coppe europee per la stagione in corso.
 
 I PRECEDENTI 
I due Club vantano una lunga serie di confronti diretti nelle Coppe Europee, tant’è vero che Kedzierzyn-Kozle rappresenta la squadra straniera affrontata il maggior numero di volte da Trentino Volley con undici precedenti ufficiali. Oltre alle due recenti Finali (1° maggio 2021 a Verona, 3-1 per i polacchi e 21 maggio 2022 a Lubiana, 3-0 per i polacchi), il duello è andato in scena nella fase a gironi delle edizioni 2012, 2013 e 2018 della Champions League e nella semifinale di Coppa CEV 2015.
 
Il bilancio è 6-5 per Trento che, prima della gara d’andata del 29 novembre di questa edizione (vinta 3-1 in casa), aveva perso gli ultimi quattro scontri diretti: oltre al precedente in terra scaligera e slovena, ci sono infatti anche le partite giocate il 20 dicembre 2017 in Polonia (unico successo casalingo dello Zaksa) e poi il 14 febbraio 2018 alla BLM Group Arena. Contro la formazione polacca Matey Kaziyski ha realizzato un record di Trentino Volley relativo alle coppe europee: quello degli ace realizzati in una sola partita da singolo un giocatore gialloblù.
 
Il 28 marzo 2015 proprio contro lo Zaksa, il capitano firmò 8 ace personali, contribuendo in maniera fondamentale al successo casalingo per 3-2. Alla Azoty Arena Trentino Volley ha giocato anche il 22 dicembre 2011 (vittoria al tie break), il 21 novembre 2012 (successo in quattro set) ed il 24 marzo 2015 (altra vittoria in cinque set).
 
  GLI ARBITRI 
La gara sarà diretta da Juray Mokry, primo arbitro slovacco proveniente da Martin, e da Bruno Muha, secondo arbitro croato di Zagabria. Entrambi vantano precedenti rispetto a Trentino Volley, ma Mokry è quello che ne conta di più; fra i tanti, da segnalare Trento-Salonicco 3-1 del 4 aprile 2009 (finale di Champions League a Praga), Trento-Mosca 3-0 del 17 dicembre 2009, Trento-Kazan del 27 marzo 2011 (finale di Champions League a Bolzano) e i derby italiani Trento-Civitanova 1-3 del 13 febbraio 2020 e Trento-Perugia 3-0 del 18 marzo 2021. Muha ha invece diretto l’ultimo incontro gialloblù giocato in Champions League a Menen (11 gennaio, vittoria in tre set).

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande