Home | Interno | Rovereto | Ruina Dantesca tra futuro e non-luoghi in cerca di identità

Ruina Dantesca tra futuro e non-luoghi in cerca di identità

Inaugurata una mostra fotografica all'Urban Center di Rovereto che vuole mostrare ipotesi e piste di lavoro su un patrimonio paesaggistico unico e complesso

Promossa dal Comune di Rovereto, la mostra «Ambito del paesaggio Ruina Dantesca Vertical future landscape» - aperta al pubblico fino al 31 luglio - vuole avviare uno scambio di opinioni tra cittadini, esperti e privati.
Ci si auspica che il dibattito - e la mostra è il primo passo - possa scaturire dall'analisi di ciò che questo ambito «è» e ciò che può divenire.
Madre natura, a seguito della frana della Ruina dantesca, ha donato al luogo un biotopo con laghetti, fauna e flora e una ricchezza naturalistica che fanno dell’area un sito dalle caratteristiche multiformi: 36 ettari che possono essere una grande opportunità di crescita e di progettazione.
 

 
La trasformazione del territorio ha bisogno di riflessioni allargate, da qui l’idea di una mostra perché la cittadinanza possa avvicinarsi alle possibili progettualità.
L’ambito paesistico va dai Lavini alla valorizzazione della Costa Violina, tra Orme dei dinosauri, Ruina dantesca e il rifugio sul Monte Zugna.
Include la cava in località Lastiella e l'ex Aragno alla Mira di Marco, un non-luogo posto all’ingresso della città che chiede da anni una urgente soluzione.
È in questo ambito paesistico che si innestano anche la possibilità di ampliamento del campo di golf esistente o spazi destinati ad altre attività sportive.
Tutte suggestioni al momento allo studio dell'arch. Mario Malossini incaricato di un progetto preliminare e di massima.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni