Home | Rubriche | Letteratura di genere | Storie di donne, letteratura di genere/ 341 – Di Luciana Grillo

Storie di donne, letteratura di genere/ 341 – Di Luciana Grillo

Stefania Nascimbeni, «Happy (hippy) family» – «La vita è un sassolino tirato con la fionda: tanta fatica per prendere la mira e in un istante sei già arrivato alla fine»

image

Titolo: Happy (hippy) family
Autrice: Stefania Nascimbeni
 
Editore: Morellini 2020
Genere: Narrativa Italiana contemporanea
 
Pagine: 280, Brossura
Prezzo di copertina: € 15,90
 
Sara Rattaro, scrittrice già recensita in questa rubrica, presenta questo romanzo con poche parole, ma significative e profonde.
Ne ha voluto la pubblicazione, riconoscendo all’autrice la capacità di raccontare «con leggerezza e ironia… le donne, il matrimonio, l’invidia…», di saper accettare la vita «per quella che è, perché essere se stessi senza ferire gli altri è una cosa davvero difficile».
Nascimbeni descrive una famiglia come tante, in cui alla prima moglie si sostituisce la seconda, al figlio del primo matrimonio si aggiunge la sorellina figlia del secondo… e così via, in un intreccio convulso di persone che si amano, si sposano, si lasciano, si risposano ecc. ecc.
 
Non tutto è semplice o scontato, un divorzio è doloroso comunque, soprattutto se conclude un matrimonio che sembrava perfetto, coronato anche dalla nascita di un bimbo che la mamma chiama Topo e descrive sorridendo «cucciolo di roditore».
E poi, inevitabilmente, dopo l’iniziale euforia per essere ritornata single, emergono problemi pratici, la baby sitter da trovare per affidarle il bimbo, il lavoro da cercare, i punti del supermercato da raccogliere per risparmiare sulla spesa, e così via.
Vacanze, amiche, un lavoro sempre più soddisfacente, qualche incontro poco più che casuale accompagnano la protagonista in un turbine di vicende, mentre i pranzi familiari, il fratello e la sorella figli dello stesso padre e della prima moglie, la mamma-geisha e il padre severamente tenero, la zia e il suo eterno fidanzato, un dolce nipotino, compagni e figli di precedenti unioni, persino la ex suocera, seguono alla loro maniera lo scorrere del tempo e il susseguirsi degli eventi.
 
«Mia madre ea stata bravissima a radunarci per anni intorno al camino la sera della vigilia, senza mai dimenticare di far sentire a casa propria ogni singola persona della nostra super famiglia allargata».
E così anche la nostra protagonista, quando il fratello si va riprendendo da un mezzo infarto, mette a disposizione di tutta la compagnia la sua casa per la sera del 24 dicembre: «Aiuto! Madri, padri, figli, figli di altri padri, compagni dei figli dell’intera famiglia, tutti avrebbero riempito il mio appartamento… Come mi era venuta quell’idea?».
Quando arriva il nuovo amore, la giovane figlia-moglie-amante-sorella-madre scopre con gioia che Topo e Miki vanno d’accordo: «Quando non mi distruggevano il lettone scambiandolo per un tappeto elastico, prima di sederci a tavola si davano ai Lego, salvo poi dimenticarsi tutti i pezzi sul pavimento. Me li ritrovavo spesso conficcati nella pianta dei piedi…».
 
Pagina dopo pagina, leggendo entriamo direttamente nella storia, vediamo crescere Topo in armonia tra un padre e un vicepadre, partecipiamo alla gioia per l’arrivo di un altro bimbo (o bimba) e, con l’autrice, saggiamente ci diciamo che «La vita è questo, un sassolino tirato con la fionda: tanta fatica per prendere la mira, e in un istante sei già arrivato alla fine».
 
Luciana Grillo – l.grillo@ladigetto.it
(Recensioni precedenti)

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni